Versione adatta alla stampa

Sono validi gli avvisi di accertamento Ici per il 2008 e 2009 relativi agli immobili non dichiarati come pertinenze

banconote

Gli avvisi di accertamento Ici per il  2008 e il 2009 relativi agli immobili non dichiarati come pertinenze sono stati emessi dal Comune a norma di legge e secondo il regolamento e  sono quindi validi. Lo afferma il vice sindaco, Lara Pizza, che spiega: “Le sentenze della Commissione Tributaria Provinciale e della Commissione Tributaria Regionale citate dal Movimento 5 Stelle riguardano un caso specifico ed è errato, oltre che demagogico, far credere che interessino tutti i contribuenti che hanno ricevuto l’avviso.  Siamo certi della correttezza del nostro operato, tanto che abbiamo presentato ricorso contro  queste sentenze in Cassazione, ed il procedimento è ancora in corso. Esistono inoltre sentenze di primo grado favorevoli al Comune riguardanti casi di assimilazione all'abitazione principale non dichiarati come tali ai fini agevolativi. Mi preme sottolineare, inoltre, che per andare incontro ai cittadini, confidando nella loro buona fede, abbiamo dato la possibilità di presentare dichiarazioni tardive di pertinenza per sanare le annualità Ici non ancora accertate, a partire dall’anno d’imposta 2009, con il pagamento di una sanzione minima. In questo modo molti cittadini hanno sanato la propria situazione, ed è ancora possibile farlo”. 

Anche il Difensore Civico della Toscana ha preso atto di questa soluzione a favore dei contribuenti, nonché del fatto che occorre attendere la sentenza definitiva.
L’amministrazione comunale ha dato una risposta tempestiva alle istanze del Movimento 5 Stelle, fornendo quando possibile  anche la documentazione, oltre ad aver  fornito chiarimenti per le altre richieste attraverso l'ufficio Tributi che ha dimostarto ampia disponibilità e che è a disposizione dei cittadini per tutti i chiarimenti sugli obblighi tributari.
“Non è quindi corretto – conclude Pizza - indurre i contribuenti a credere che gli avvisi di accertamento non debbano essere pagati, così come non è corretto promuovere attività di disinformazione su argomenti così importanti utilizzando spazi del Comune. Invito tutti i cittadini che abbiano bisogno di informazioni e chiarimenti su questa materia a rivolgersi al nostro ufficio tributi”.  
 

Contatti

Centralino 0583 4281
Reperibile 348 38.51.25.1

Numero verde 800 43.49.83
(lun-ven dalle 11:30-13:30)

Fax 0583 42.83.99
 

Polizia Municipale
0583 42.90.60

InterPro Regionale
Protocollo Interoperabile

P.E.C del Comune

Indice Amministrazioni

Elenco siti tematici

Privacy Policy